La storia

foto di FABRIZIO D'ELPIDIO…Bacche di ginepro, ali di pipistrello, coda di lucertola… E' forse questa la ricetta per diventare una strega?

Per esserne certi, la notte del 17 agosto, bisogna recarsi in Abruzzo, a 43 km da L'Aquila più precisamente nel borgo medioevale di Castel del Monte. Sotto i caratteristici "sporti" (i numerosi archi presenti nel centro storico) si respira quotidianamente profumo di Streghe, un ambiente nel quale la cultura popolare ha permesso al mito delle streghe di crescere e propagarsi.                                                                                 foto di FABRIZIO D'ELPIDIO

"Qui un tempo non lontano si credeva alle streghe, e ce ne sono che ci credono ancora.
Quando una creatura si ammalava e il medico non ci capiva nulla e non c'era medicina per guarirla, subito si sospettava che le streghe di notte se la succhiavano. E stupidamente si credeva che le streghe entravano nella casa dal buco della chiave o dal tetto. I parenti, gli amici e i vicini, tenevano subito consiglio, e si deliberava che bisognava fare il giro del paese di notte e passare sotto sette sporti.
Il giro si faceva verso la mezzanotte quando le vie erano deserte, e la comare del battesimo doveva portare in braccio la creatura seguita da altre donne tutte in silenzio e, se pure si incontrava qualcuno non si doveva fare una parola, con tutto questo credevano di allontanare le streghe e far guarire la creatura.                                                                                
Si faceva anche in altro modo, si vegliava la creatura per otto o dieci notti, nell'ultima notte anche ad ora tarda si prendevano panni della creatura, si andava fuori dal paese dove due strade si incrociavano, e li si mettevano i panni sopra un pezzo di legno, si battevano fortemente e poi si bruciavano. Qualche volta capitava che la creatura si guariva, e si rafforzava la credenza nelle streghe..."
Testo liberamente tratto da "Se ascoltar vi piace. Dai Quaderni di Francesco Giuliani", Lindau, Torino 1992.

FigurantiFrancesco Giuliani
, nato a Castel del Monte nel 1890, ivi morto nel 1975 è stato uno degli ultimi poeti-pastori della tradizione abruzzese. Francesco Giuliani non ha aspirazioni letterarie, egli non inventa nulla. Tutto ciò che scrive nei suoi quaderni sono fatti veri, accaduti.
Ciò che lui annota sono pagine di storia e di vita di Castel del Monte, del paese e della sua gente… I suoi scritti, di grande interesse antropologico, storico e sociale, hanno fornito all'associazione culturale "La Notte delle Streghe" gli unici e fondamentali indizi documentati per mettere in scena hanno lo spettacolo de LA NOTTE DELLE STREGHE.

L'iniziativa di cui si è fatta promotrice l'associazione culturale di Castel del Monte costituisce un'importante occasione per tramandare aspetti e fatti legati alla tradizione e alla storia del nostro paese, finora trasmessi soltanto verbalmente attraverso i racconti delle nostre nonne.

Ogni anno lo spettacolo teatrale LA NOTTE DELLE STREGHE, non si limita a far visitare agli spettatori solo un paesaggio materiale, ma anche una dimensione apparentemente invisibile, vissuta collettivamente intorno alle forme dei riti e cresciuta nella trasmissione della religiosità popolare. Magicamente ritornerete indietro nel tempo per rivivere l'antico rito dei sette sporti, ovvero assisterete alla Notte delle Streghe, nello scenario incantato dell'antico borgo.

La particolarità del progetto è di far interagire il pubblico con i teatranti, ogni anno, tale modalità si dimostra molto apprezzata, per questo attraverso l'itinerario non è la scenografia a muoversi, ma lo spettatore che fisicamente attraversa le scene vivendo così le suggestive emozioni trasmesse dalle storie rappresentate nei luoghi della memoria.

La Notte delle Streghe non è solo notte, ma fin dal mattino il mercatino delle streghe, le degustazioni dei prodotti tipici locali, spettacoli d'intrattenimento, ci accompagnano fino alla "Notte delle Streghe".

 

La Notte delle Streghe - Biglietti
Acquista i biglietti online

Per i minori di 12 anni ingresso GRATUITO!

Numero di paganti: 


Acquista ora il biglietto