"OME SE NASCE E BREGANTE SE MORE"

25 Luglio 2015  ore 21,00 - V^ Edizione

L’ultimo Sabato del mese di Luglio di ogni anno l’Associazione Culturale CastruMontis di Castel del Monte, presenta lo spettacolo teatrale itinerante “òme se nasce bregànte se mòre” giunto quest’anno alla sua V^ Edizione.

Questo progetto culturale è incentrato sui temi che portarono  l’Italia ad essere una Nazione finalmente  unita ed alle conseguenti aspettative di speranza che, le imprese e le idee di Garibaldi,  avevano suscitato tra quelle popolazioni povere e sfruttate dai possidenti terrieri e tenutari del potere politico ed istituzionale.

I dialoghi vertono sui temi sociali che alimentarono, spesso in maniera strumentale, il brigantaggio nel Meridione, brigantaggio che già da tempo aveva fatto avvertire la sua presenza con atti criminali, di vero e proprio banditismo.

I testi della sceneggiatura sono scritti ispirandosi a fatti realmente accaduti anche in questo nostro territorio aquilano e alla vasta letteratura meridionalistica e ai sui suoi temi sociali e politici che denunciavano le condizioni di estrema miseria delle popolazioni dell’Italia Meridionale determinando nel Meridione un’arretratezza culturale ed impedendo di fatto lo svilupparsi di energie e progettualità capaci di sviluppare risorse.

Questi temi si pongono anche come riflessione, non solo sull’epoca che si va a rappresentare, ma anche sui tempi attuali in cui spesso perdiamo, anche come singoli individui, il senso di comunità, di appartenenza e di Nazione.

La rappresentazione teatrale “òme se nasce bregànte se mòre” si snoda lungo i vicoli e gli slarghi dell’antico borgo attraverso 8 scene interpretate da attori volontari di Castel del Monte e di Barisciano. I dialoghi sono parte in dialetto, per cultura popolare, linguaggio della gente comune, altri in lingua italiana perché esprimono concetti che sono alla base di un’analisi socio-politico degli eventi e delle trasformazioni.

   Per permettere una migliore visione dello spettacolo, gli spettatori sono ammessi a gruppi e ad intervalli regolari.

Le scene di questa edizione vanno a rappresentare:

1)     I moti mazziniani del 1848 ed in particolare quelli di Carapelle e Castelvecchio Calvisio da parte di personaggi legati al patriota aquilano Pietro Marrelli.

2)      Una famiglia del popolo

3)     Rivolta popolare del 1861 durante il Consiglio Comunale di Barisciano

4)     Rivolta popolare durante la processione di San Donato e repressione piemontese

5)     Accampamento dei briganti di Castel del Monte appartenenti alla Banda Stramenga

6)     Messaggi di ricatto a Don Domenico Taranta di Calascio

7)     Le due brigantesse

8)     Oh Patria mia

La rappresentazione teatrale “òme se nasce, bregànte se mòre” pensiamo possa dare una spinta ulteriore a un progetto complessivo di valorizzazione culturale del comprensorio e del centro antico castellano che, insieme a Santo Stefano di Sessanio e a Navelli, fa parte del Club “I borghi più belli d’Italia”, e che ha la sua forza ne “La notte delle streghe” che, ideata nel 1996, è diventata un punto fermo di attrazione nazionale e di valorizzazione del nostro paese come luogo dove la cultura popolare è vista come strumento di crescita.

Siamo convinti che questo genere di manifestazioni, come anche “Cellàri aperti” che si tiene l’ultimo fine settimana di Giugno, possano far diventare il borgo antico una sorta di originale palcoscenico teatrale itinerante in grado di coinvolgere e di far sentire partecipi gli spettatori; un vero e proprio progetto di valorizzazione culturale di Castel del Monte il cui borgo antico ha la caratteristica di farsi ammirare per la sua bellezza architettonica, ha il pregio di far vivere ai visitatori la caratteristica dei suoi vicoli, dei suoi scorci e a far vivere le affascinanti atmosfere della notte con i suoi miti, le sue superstizioni, i suoi misteri.  


Foto delle passate edizioni:




La Notte delle Streghe - Biglietti
La vendita online inizia il 1 agosto!